Créer mon blog M'identifier

E’ difficile capire l’arte contemporanea, perché?

Le 29 novembre 2016, 12:04 dans Humeurs 0

“Ma questo è un quadro?”, “Questa è arte?”. Entrando in un museo di arte contemporanea capita spesso di pensare, dire o sentire domande di questo genere. Anche per gli addetti ai lavoro (critici, galleristi, curatori) è sempre più difficile riconoscere cosa sia arte e cosa non lo sia: il confine tra le due non è chiaro e distinto. Non tutto deve apparire chiaro, ma alcune regole devono per forza esserlo anche per l’osservatore altrimenti l’opera d’arte rimarrà per lui solamente una cosa astratta.

Una delle caratteristiche proprie dell’arte contemporanea è di instaurare una relazione con l’osservatore tanto importante da richiedere il suo intervento in quanto necessario alla riuscita dell’opera stessa, ma spesso l’artista se ne dimentica e realizza opere difficilmente comprensibili. Si è soliti porre l’inizio dell’arte contemporanea dopo la fine della seconda Guerra Mondiale, ma le trasformazioni e rivoluzioni del linguaggio dell’opera d’arte sono da ricercare nelle rivoluzioni attuate nel corso del ‘900, a partire dalle prime avanguardie storiche.

 

L’opera d’arte non va più solo guardata, ma comincia a venir letta, come un testo; gli artisti contemporanei oggi hanno a che fare col limite e spesso tendono a sfidarlo sempre più. Per questo motivo l’arte di oggi è difficile da comprendere, perché non la si capisce al primo impatto.

 

foto anti-truffa diamanti cassette di sicurezza genova corso gioielliere professionista compro oro usato ceramiche genova

Il significato del diamante fra mito, simbologia e leggenda

Le 29 novembre 2016, 12:02 dans Humeurs 0

Il significato etimologico dei diamanti è da ricondurre alla notte dei tempi. Nella tradizione indo-europea, l’etimologia della parola viene fatta risalire al significato “splendente cielo”. Altra definizione etimologica è da ricondurre al greco “adamas”, invincibile, la più conosciuta e usata. Gli indiani invece lo chiamavano “azira”, indistruttibile.

Qualunque sia il primo significato etimologico utilizzato per descrivere il diamante, quello che è certo è che questa pietra si presta a lavorazioni di grande pregio proprio per la sua resistenza. Molti non sanno che il diamante è una pietra  che ha la capacità di splendere al buio perché è dotato di proprietà ottiche uniche. Risulta trasparente alla luce ultravioletta, luce attraverso la quale è possibile determinarne il grado di fluorescenza.

La simbologia del diamante

La simbologia legata al diamante ne sottolinea le caratteristiche di durezza, resistenza, brillantezza e luce. Il diamante inoltre, come tutte le pietre preziose,  simboleggia valori morali e intellettuali, ed è l’immagine della forza spirituale, della perfezione e della grandezza.

Il mito e la leggenda del diamante

La leggenda narra che chi possiede questa pietra sarà protetto da malattie e da brutti sogni. Ma, sempre secondo il mito, il diamante dovrebbe arrivare nelle mani del possessore in modo onesto, senza usare la forza, altrimenti potrebbe avere una ripercussione negativa sul proprietario.

Al diamante sono attribuite diverse proprietà magiche: può essere usato per le sue facoltà “curative”, ma anche come un potente talismano.

Il significato che i diamanti hanno nella mitologia è potente: secondo la tradizione, il diamante è associato all’immagine di Venere, simbolo di virtù e onestà, considerato in grado di liberare la persona dagli influssi demoniaci.

La popolarità dei diamanti è aumentata a partire dal XIX secolo grazie alla maggiore diffusione, al miglioramento delle tecniche di taglio e alla crescita dell’economia mondiale.

Oggi il diamante viene spesso regalato come anello fidanzamento. Tipico è l’anello trilogy con diamanti: i tre diamanti di uguale misura, sono incastonati nella montatura, e simboleggiano il passato, il presente e il futuro.

 

pittori liguri antiquariato online consulenza diamanti perito apertura cassette corso formazione gioiellieri compro preziosi